Home Archives 2014

Archives

    0 948

    ABADIR

    abadirParola semitica che appartiene però alla cosmogonìa greca: indica la pietra divorata da  Crono, la quale fu sempre tenuta in sacra venerazione, in particolare presso i Fenici.

     

                    

      0 1210

      ABBAZIA DI FOSSANOVA

      Abbazia di FossanovaSi trova a nord-est di Latina, e diversi sono i  fatti portentosi ad essa legati. Nel 1274 vi morì  San Tommaso d’Aquíno e nello stesso istante  in cui egli spírò, Sant’Alberto Magno – che si  trovava a Colonia – piangendo disse ai fedeli:  “Oggi si è spento il lume della Chiesa, fra  Tommaso d’Aquino”.  Oltre ai fedeli parteciparono al dolore della  dipartita di San Tommaso persino gli animali:  la sua mula, al momento del trapasso, ruppe  le redini, entrò in chiesa ponendosi davanti al  catafalco, ragliò e morì (sul pavimento furono  mostrate, per un certo tempo, le impronte del-  la cavalcatura del santo).

        0 3139

        ABBAZIA DI MONTECASSINO 

        abbazia-di-montecassinoFu fondata da San Benedetto da Norcia in cima al monte omonimo nel 529, là dove sorgeva un tempio dedicato ad Apollo; nel punto  esatto in cui era collocato l’idolo pagano fu  eretto l’oratorio dedicato a San Giovanni. Durante la costruzione il santo compì numerosi prodigi: resuscitò un frate che era rimasto sepolto sotto un muro, spostò un enorme  macigno, scoprì alcuni frati che mangiavano e  bevevano fuori del convento. Predisse inoltre  la morte di Totila dopo nove anni di regno e la  prima distruzione del monastero da parte dei  barbari; resuscitò un bambino; fece comparire per miracolo duecento sacchi di farina in  tempo di carestia e fece sì che un orcio d’olio  si riempisse da solo.

          0 869

          ABELARDO

          AbelardoPiù celebre per i suoi amori con Elois che per le sue opere teologiche che gii fruttarono le censure della Chiesa. Si narra che quando nel 1142 morì Eloisa e fu seppellita nello stesso sepolcro di Abelardo, le ceneri di costui, fredde da vent’anni, si rianimarono improvvisamente per abbracciare il cadavere della donna amata. I loro resti furono trasportati a Parigi nel 1799 e seppelliti in una preziosa tomba gotica.