Home Archives 2014

Archives

A B C

    0 1096

    Cabala

    Si tratta della sapienza occulta dei rabbini ebrei. I  principi fondamentali della Cabala sono:

     1°. Il concetto dell’Assoluto; 2°. L’evoluzione  dell’Universo, una parte per emanazione, l’altra per  formazione, e 3°. La permanente comunicazione  mistica tra Dio, la Natura e l’Uomo.

     I cabalisti affermano che Henoch insegnò ad  Abramo la tradizione occulta o esoterica, e questi la  trasmise oralmente ai suoi figli e discendenti; e che  quando Mosé fu iniziato ai misteri egizi, la scrisse  nei suoi libri servendosi di un linguaggio simbolico.  Il libro fu anteriormente attribuito ad Henoeh -il  settimo maestro del mondo, dopo Adamo-, dagli  ebrei; ad Hermes Trismegisto, dagli egiziani; a  Cadmus, dai greci. Si trattava del riassunto simbolico della tradizione primitiva, chiamata, in seguito,  Cabala, ovvero, tradizione. I cabalisti indicano simbolicamente i tre principali attributi della divinità  con tre lettere iod, racchiuse in un triangolo equilatero. Il primo attributo è l’Eternità, il secondo  l’Estensione infinita, il terzo la Sostanza.

    L’Eternità dà origine al tempo con la sua tripla divisione: passato, presente e futuro.  L’Estensione dà origine allo spazio con le sue tre  dimensioni: longitudine, latitudine e spessore.  La Sostanza, eterna ed infinita, dà origine alla materia con i suoi tre stati: solido, liquido e gassoso.  L’Eternità corrisponde al Padre, l’Estensione al  Figlio e la Sostanza allo Spirito Santo.  Il tempo si lega al numero, lo spazio alla misura e la  materia al peso.

    La Cabala comprende tre tipi di operazioni: il  Notaricon, o arte dei segni; la Gematria, che consiste  nelle commutazioni e combinazioni delle lettere; e la  Themurah nelle trasposizioni.  I cabalisti dividono i numeri in tre serie, ciascuna  delle quali contiene nove lettere corrispondenti. La  prima serie è formata dai numeri semplici dall’1 al 9,  chiamati numeri piccoli; la seconda contiene le decine, da 10 a 90, o numeri medi; e la terza, le centinaia,  da 100 a 900, o numeri grandi. Le migliaia’ sono rappresentate come le unità, ma con due punti sopra.  Le lettere si sostituiscono coni numeri ed i numeri si  sostituiscono con le lettere.  Il libro a cui facciamo riferimento si compone di un  alfabeto cabalistico e di una ruota o circolo di quattro decadi, e per raggio ha una scala di quattro figure progressive che rappresentano l’Umanità: uomo,  donna, giovane e anziano.  Questo libro è lo strumento di divinazione più perfetto conosciuto, per la precisione analogica delle  sue figure e dei suoi numeri.  Si compone di 78 lamine o figure, classificate in 22  Arcani Maggiori e 56 Arcani Minori. I 22 Arcani  Maggiori equivalgono alle 22 lettere dell”alfabeto  cabalistico primitivo, che si corrispondono mutuamente.  Le 22 lettere sono le seguenti:

    Aleph (A), Toro, esprime l’idea di unità e principio.  L’uomo.

    Beth (B), Casa o Tenda, designa l’interno e l°attivo.  La stanza.

    Cheth (Ch), Fascia, esprime equilibrio. Il lavoro.

    Daleth (D), Porta, denota l’iniziazione, il potere. La  divisibilità.

    He (E, H), Esistenza, esprime l’alito, il principio vitale; denota venerazione. Soffio vitale.

    Phe (F, P, Ph), Bocca, esprime la parola. La bocca.

    Ghimel (G), Cammello, simboleggia l’organismo.  L’organo.

    lod (I), Mano, disegna la divinità, come vocale; e  come consonante, la durata materiale. Comando e  durata.

    Koph (K), Occipite, simbolo della comprensione.  Strumento affilato.

    Khaph (Kh), Palmo della mano, manifesta l’assimilazione. La forma.

    Kwain (Kw), Occhio, indica le relazioni fisiche.  Materia.

    Lamed (L), Aquila, esprime l”idea di elevazione.  Sviluppo.

    Mem (M), Acqua, indica la maternità. Donna.

    Nun (N), Pesce, esprime movimento. Frutto.

     Resh (R ), Testa, significa l”unità fisica dell’essere.Testa umana.

    Samekh (S), Cobra, simboleggia l’universo.  Movimento circolare.

    Shin (Sh), Dente, esprime la carne. Durata relativa.

    Theth (T), Serpente, indica il bene e il male. Riparo.

    Thau (Th), Segnale, esprime il microcosmo. Reciprocità.

    Tsade (Ts), Dardo, simboleggia la fissità del pensiero. Termine.

    Vau (U, V), Gancio, indica incatenamento. Luce,  chiarezza.

    Zain (Z), Arma, esprime la causa finale. Tendenza.

    cabala

      0 766

      Caffeomanzia

      Divinazione ottenuta tramite l’osservazione dei fondi di caffè. Si procede lasciando nella caffettiera il fondo del caffè, facendo attenzione a vuotare tutto il liquido,caffeomanzia di modo che il fondo rimanga spesso. Dopo averlo fatto riposare per almeno un’ora, si versa un po’ d’acqua e si riscalda affinché si sciolga. Si rimuove immediatamente con un cucchiaio e si vuota la metà del fondo, in un piatto ben asciutto. Si agita il piatto e si versa con cura il suo contenuto in una brocca, cosicché nel piatto rimarranno solo particelle del fondo che formeranno una moltitudine di caratteri e disegni. Se i disegni fossero molto confusi si aggiunge un po’ d°acqua e si ricomincia il procedimento. Certe sibille dicono che nel momento in cui si versa l’acqua nella caffettiera e nel piatto, si devono recitare alcune parole misteriose. Il fondo del caffè, una volta versato nel piatto, descrive varie figure significative, che devono essere ben separate, poiché si vedono curve, ondulazioni, circoli, ovali, quadrati, triangoli, eccetera. Riportiamo, di seguito, diverse interpretazioni delle figure: Se il numero dei circoli, più o meno perfetti, è superiore a quello delle altre figure, significa che la persona consultante riceverà denaro. Se i circoli sono pochi, il suo patrimonio subirà delle perdite. A seconda del numero, i quadrati presagiscono dispiaceri. Gli ovali indicano successo negli affari, se sono chiaramente visibili. Linee grandi o piccole, se pronunciate, presagiscono una vecchiaia felice, e se il loro numero è scarso indicano poca fortuna. Linee ondulate annunciano disgrazie e fortune alternate.Se terminano morbidamente annunciano la felicità dopo alcuni dispiaceri. Una croce in mezzo ad altri disegni, significa una morte felice. Quattro croci che si toccano annunciano che il consultante morirà tra i qua- ranta ed i quarantacinque anni se si tratta di una donna, e tra i quarantotto e i cinquantadue se si tratta di un uomo.Tre croci indicano felicità. Un triangolo promette un lavoro decoroso, e tre poco separate, sono segno certo di fortuna. Un angolo composto da una linea corta e una più lunga prevede una morte sfortunata. Una figura a forma di H, significa prigione. Un circolo con molti angoli piani prevede un matrimonio felice. Un quadrilungo è sicuro indizio di discordie domestiche e se è circondato da croci, la donna abbandonerà il focolare coniugale, se invece ci sono molti angoli intorno al quadrilungo, il marito commetterà adulterio. Un circolo in cui si trovino quattro punti ben marcati, promette un figlio. Due circoli, due figli, e così via. Se il circolo è perfetto, il figlio sarà maschio, e se è imperfetto, sarà femmina.

        0 682

        Calderone Magico

        Da sempre, i miscugli e le pozioni di stregoneria si preparano in un calderone di ferro in forma semisferica, che si pone su un fuoco preparato con piante ed erbe magiche, tra le quali deve figurare la verbena.

          0 783

          Capnomanzia

          Divinazione praticata per mezzo dell”osservazione del fumo. Si procede bruciando alcune piante magiche e si osserva la figura e la direzione che prende il fumo emanato dal rogo. Anticamente si praticavano due divinazioni per mezzo del fumo. Una consisteva nel gettare sui carboni ardenti semi di gelsomino e di papavero; l’altra, più diffusa, consisteva nell’esaminare il fumo proveniente dalle vittime bruciate nei sacrifici. Se il fumo era leggero e poco denso, era un buon segno.