Home Archivio La Gioconda

La Gioconda

0 1131

La Gioconda

giocondaPrima di tutto, come mai si trova in Francia, anziché a Firenze? Leonardo la portò con sé nel 1517 , quando si trasferì oltralpe per trascorrere gli ultimi anni di vita al servizio di Francesco I. Il re acquistò il dipinto per ben 4000 ducati d’oro, e inserì la Gioconda tra le opere delle collezioni reali francesi.In seguito Luigi XIV la volle a Versailles, mentre Napoleone la fece addirittura appendere nella sua camera da letto. Nei restanti periodi il ritratto fu sempre al Louvre, eccezion fatta per quello della Guerra Franco-Prussiana e delle Guerre Mondiali, e dei due anni successivi al 1911, anno nel quale fu rubata.Autore del furto fu un ex impiegato del Louvre, Vincenzo Peruggia, convinto che il dipinto appartenesse all’Italia e non dovesse quindi restare in Francia. Egli portò l’opera nel nostro Paese e, nel 1913, cercò di venderla a un mercante d’arte di Firenze.Fu però arrestato e il dipinto venne recuperato. Prima di restituirla alla Francia, la Gioconda venne esibita in tutta la Penisola: agli Uffizi di Firenze, all’ambasciata di Francia di Palazzo Farnese a Roma, infine nella Galleria Borghese.La Gioconda è nota anche come “Monna Lisa”, dove “monna” è diminutivo di “Madonna”, appellativo che in epoca rinascimentale corrispondeva all’odierno “signora”. Si tratta di un dipinto su tavola che l’artista realizzò a Firenze tra il 1503 e il 1514.Per anni si è dibattuto sulla vera identità della Gioconda. C’è anche chi pensa che in realtà si tratti di un autoritratto di Leonardo. L’ipotesi più accreditata è sicuramente quella che vede nella Gioconda la nobildonna fiorentina Lisa Gherardini, detta anche Lisa del Giocondo, poiché moglie di Francesco del Giocondo.

Articoli simili