Home Archivio I Benandanti

I Benandanti

0 1632

I Benandanti

Nasccere con la camicia, ovvero ancora con indosso la membrana amniotica, è considerato, come sottolinea il famoso modo di dire, un segno di buona fortuna. Nelle società rurali, soprattutto sviluppatesi in Friuli, era anche il segno di una predisposizione nei confronti della magia. Verso la fine del XV secolo si sviluppò, in quella regione, una società segreta di “nati con la camicia” denominata “dei benandanti”. I suoi adepti, dovevano aver conservato la “camisciola” e questa doveva essere stata benedetta  insieme a loro durante il battesimo; raggiunta la maturità, potevano entrare nella compagnia e solo dopo dieci o addirittura vent’anni potevano smettere di partecipare ai combattimenti notturni. I combattimenti notturni dei Benandanti, erano contro le streghe e gli stregoni che si accanivano contro i raccolti. Nel processo che nel marzo 1575 si svolse contro i Benandanti Paolo Mascherotto e Battista Moduco, questi descrissero i loro avversari: “La bandiera de Strigoni è d’ermesino rosso, con quattro diavoli neri, indorata. El capitano degli strigoni, con barba nera, grande et grosso, di nation tedesca”. Per combattere a difesa di volta in volta “del formento e li vini, delli frutti della terra, andiamo tutti a piedi e noi Benandanti, combatttiamo con mazze di finocchio et li strigoni con canne di sorgo”.

I Benandanti, a partire dalla seconda metà del XVI secolo e nei primi decenni del successivo, da nemici delle streghe finirono con l’essere considerati a loro volta stregoni e vennero processati dai tribunali dell’inquisizione.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta