Home Archivio I Libri dei Maghi

I Libri dei Maghi

0 1223

I Libri dei Maghi

l manuali di magia (in francese grimoires)  erano molto letti non solo durante il Medioevo, ma anche nel XVI e XVII secolo. Essi si proponevano di istruire il lettore su come evocare i demoni senza perdere l’anima e  su come usare i nuovi poteri acquisiti per assicurarsi ricchezza, potere o vendetta.  I grimoires fornivano precise indicazioni  per disegnare cerchi magici, per l`uso di  amuleti e talismani, per i sacrifici di animali,  per la pratica dell’astinenza sessuale, per il  modo corretto di fare il bagno in vista dell’incontro con le schiere diaboliche. Una  volta pronti, gli aspiranti maghi dovevano  rivolgersi al grande Adonai, Padrone di tutti  gli Spiriti, che allora avrebbe chiamato gli  ambiti spiriti minori.

La maggior parte dei grimoires rivendicava  la propria antichità, e in effetti molti si rifacevano a famosi testi greci, egizi, ebraici e latini. ll più famoso e influente, La chiave di Salomone, si dichiarava opera di Salomone in  persona, cosa improbabile, anche se si sa che  una versione del libro esisteva già nel primo secolo d.C. ll testo originale diventò presto irriconoscibile, grazie alle molte libere aggiunte posteriori, sempre attribuite a Salomone.  A meta del XIV secolo, papa Innocenzo VI  ordinò che il libro venisse bruciato.  Per molti è  difficile prendere sul serio i  grimoires eppure, ancora oggi, ci sono persone che si rivolgono  ai grimoires, che vengono tuttora scritti e pubblicati.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta