Home Archivio Lao Tzu Colui che visse 200 anni

Lao Tzu Colui che visse 200 anni

0 944

Lao Tzu Colui che visse   200 anni

Il filosofo Lao Tzu  (il “Vecchio maestro”),  fondatore del taoismo. Nato nella provincia  di Henan intorno al 600 a.C., si dice che sia  vissuto 200 anni, in accordo con l’antica  credenza cinese che i grandi uomini hanno  lunga vita. Ma non è escluso che non sia  mai esistito.  Secondo la leggenda, da giovane Confucio  incontrò Lao-Tzu e fu tanto soggiogato dalla  sua presenza e dal suo insegnamento che lo  paragonò a un drago che cavalca sui venti e  sulle nubi. Si ritiene che Lao-Tzu fosse un  pubblico funzionario, esperto in astrologia e  divinazione, direttore degli archivi reali alla  corte della dinastia Chou. Lasciato l’incarico  in tarda età, avrebbe intrapreso un viaggio  verso l’occidente. Giunto al confine dello  stato di Qin, per compiacere una guardia addetta al passaggio che desiderava conoscere la  sua dottrina, avrebbe composto, su una pergamena di bambù, un testo di circa 5000 caratteri, noto come Tao-te-Ching (“Libro del  Tao e della sua Virtù). Dopo di che,  sarebbe scomparso per sempre.  I taoisti ritengono che questo piccolo libro di mistica e  filosofia, che nel Il secolo d.C.  fu adottato come resto sacro, racchiuda tutta la saggezza dell’universo. Oggi si mette in dubbio che sia stato scritto da  una sola persona; l’origine  di alcune delle sue massime è stata infatti datata alcuni secoli dopo la morte  di Lao-Tzu. Vi sono anche ragionevoli dubbi  circa l’esistenza dello  stesso Lao-Tzu, il cui  nome potrebbe rap-  presentare un certo  tipo di saggio piuttosto che un singolo  individuo.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta