Home Archivio Legatura, un incantesimo paralizzante

Legatura, un incantesimo paralizzante

0 1258

Legatura, un incantesimo paralizzante

Legatura. — Maleficio per il quale si paralizza qualche   facoltà fisica d’un uomo o d’una donna. La più.   comune era quella che qualche donna tradita   faceva fare da una strega contro l’uomo che l’ave-   va abbandonata per renderlo impotente. Platone   stesso consiglia a coloro che sposano di badare   alle legature. Perfino un cardinale francese, Du   Perrou, vissuto nel XVI secolo, fece inserire nel   rituale uno scongiuro contro le legature. Il modo   di fare questo maleficio è così descritto nei libri   di magia: « Si prende la verga d’un lupo di fresco ucciso, e la si porta innanzi alla porta di colui   al quale si vuol fare la legatura; lo si chiama e   quando compare si lega con uno spago il membro   della bestia. Immediatamente l’uomo diviene impotente. Ovidio e Virgilio dicono che al tempo   loro l’operazione si faceva con un fantoccio di cera   che si legava con molti nastri, tempestandolo di   chiodi. Si può prevenire il maleficio portando un   anello in cui sia incastonato l’occhio destro di una   donnola, o ungendo di grasso di lupo la soglia   della propria casa. Alcuni vescovi consigliano i   sacramenti, o il digiuno e le preghiere. In alcuni   paesi spillano una botte di vino bianco e fanno   passare il primo getto nell’anello della sposa;   in altri si mettono due camicie all’inverso una   sull’altra.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta