Home Archivio Il miracolo di Arezzo

Il miracolo di Arezzo

0 1427

Il miracolo   di Arezzo

 Nel febbraio 1796 i cittadini di Arezzo avevano due motivi di preoccupazione. ln primo luogo, la regione era stata scossa da una  serie di piccoli terremoti e, in secondo luogo, sapevano che l’esercito rivoluzionario  francese stava avanzando in Italia.  Sul muro dell`ostello locale usato dai frati, a mo’ di protezione dagli spiriti maligni,  c`era un’immagine della Vergine. Un giorno,  mentre i fedeli erano inginocchiati davanti  ad essa, il volto della Madonna, annerito dal  fumo, si rischiarò e si illuminò, gli occhi cominciarono ad aprirsi e chiudersi, versando  lacrime ed emettendo lampi d’oro.  La notizia del miracolo si diffuse rapidamente, anche per il verificarsi di eventi simili in altre città. Statue sacre, dipinti di soggetto religioso e crocifissi si animarono prodigiosamente; a Firenze i gigli avvizziti rifiorirono; le immagini della Madonna in oltre  cento chiese romane cominciarono a sbattere le palpebre, a piangere o a sanguinare.  Seguì una serie di altri miracoli, i terremoti cessarono e si verificarono molte guarigioni. Gli Aretini credettero che Dio fosse sicuramente dalla parte della loro città;  nel 1799 si ribellarono alle forze d`occupazione francesi e dalla città partì un “esercito” di liberazione. La loro fede fu premiata  quando l’odiato nemico se ne andò. Ma essi non sapevano che, in realtà, l’esercito  francese era stato richiamato altrove per  campagne più importanti.  Trascorsero tranquillamente alcuni mesi,  ma nel 1800 l`esercito francese tornò, più  vendicativo che mai, e deciso a trattare con  estrema durezza la città. Gli Aretini, confidando nella protezione della Vergine, rifiutarono di capitolare. Ma il 19 ottobre i soldati invasero la città saccheggiando, bruciando e stuprando, rivolgendo in particolare le loro attenzioni su chiese e conventi.

 

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta