Home Archivio Mitra e i Misteri

Mitra e i Misteri

0 1334

Mitra e i Misteri

Tra i culti che con ogni probabilità influenzarono il Cristianesimo delle origini, si distinguono i cosiddetti Misteri tra cui quello di Mitra. Mentre le religioni tradizionali tendevano a mantenere il distacco tra l’uomo e Dio, l’Obiettivo dei culti misterici era quello di ottenere, per mezzo di particolari riti, l’illuminazione completa, ovvero la comunione tra l’uomo e la divinità. Uno degli obiettivi principali dei Misteri, era la ricerca  della vita eterna; per questo le figure principali di quei culti erano divinità morte e poi risorte. Importanti culti misterici in Grecia erano dedicati a Dionisio e a Orfeo. A Roma esistevano molti seguaci di Misteri provenienti dall’Egitto, dalla Siria e dalla Persia, le cui divinità erano Iside, Serapis e Mitra. Quest’ultimo era il principale alleato di Ahura Mazda, il dio della luce dello Zoroastrismo persiano; la sua nascita veniva commemorata il 25 dicembre, la stessa data in cui, nel 336, fu fissato il Natale cristiano.  Importato nel I secolo dai soldati romani che avevano combattuto i Parti, il culto di Mitra si diffuse rapidamente dalla Siria all’Anatolia fino ai paesi mediterranei e raggiunse la Gallia e la Britannia; secondo alcuni studiosi, il mitico re Artù era un suo potente sacerdote. A Roma e in occidente le connotazioni zoroastriane della dottrina si erano notevolmente affievolite e la religione aveva assunto caratteri misterici. C’erano sette gradi di iniziazione, completati i quali si otteneva la vita eterna.Entro il quarto secolo, il mitraismo divenne una delle principali religioni non cristiane; dopo la conversione di Costantino, i suoi seguaci vennero dispersi e perseguitati.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta