Home Archivio Sui Fantasmi

Sui Fantasmi

0 1520

Sui Fantasmi

Frederick W.H. Myers, fondatore della Società per le Ricerche  Psichiche, nella sua classica opera Human Personalíty and Its Survívaí of Bodily Death (1903), definisce un fantasma “manifestazione di energia personale persistente”. Ciò significa semplicemente che quando si vede, si avverte  o si agisce su qualcosa che sia collegato a qualcuno che sia andato all’altro  mondo, può effettivamente essere presente un fantasma.  Pertanto, se si sogna un defunto, può essere l”effetto del suo fantasma.  Analogamente, se avvertite la presenza di un morto, che vi tocca o che vi  sta accanto, se la foto o il quadro di un defunto cade dal muro o viene misteriosamente alterato, tutto ciò viene normalmente attribuito a un fantasma.

Da menzionare infine quegli strani avvenimenti in cui si “vede” davvero camminare la forma di un defunto.  Recentemente un sondaggio condotto in America ha indicato che oltre il  60 per cento di vedovi e vedove riteneva di avere ricevuto un qualche tipo  di messaggio dal consorte poco dopo la sua morte.  Una cosa è certa: l’idea dei fantasmi sembra essere con noi fin da tempi  remotissimi, e permane malgrado i progressi della scienza.  Per evitare un fantasma, due pezzi di legno di sorbo legati in forma di croce con filo rosso e inseriti fra il tessuto e la fodera del cappotto proteggeranno contro i fantasmi e le streghe, dice una tradizione scozzese.

Articoli simili

Nessun Commento

Lascia una Risposta